8 08, 2023

SI È ADDORMENTATA LA SIGNORA IN ASSUNZIONE TRIONFANTE E GLORIOSA ALL’ETERNITÀ

Silenzio…! Silenzio...! Silenzio…!, ché la Signora sente che tutta la sua anima si accende soavemente e pacificamente nel calore saporoso, misterioso e infinitamente inalterabile del Bacio divino dell’Immutabilità per essenza in un atto trinitario... E quasi senza percepirlo…, senza rendersene conto…, senza notare nulla…, la Signora si trova, in un batter d’occhi dilettevole…, soave e silenzioso…, davanti a quel Dio che Lei aveva contemplato e posseduto durante tutta la sua vita; ma adesso, realizzato il grado di divinizzazione determinato dallo stesso Dio, è carpita e introdotta nella camera nuziale, per avere nella Patria quello che aveva nell’esilio, ma in possesso pieno, gaudioso e assoluto di Eternità.

12 07, 2023

L’AMORE PURO NEL CIELO

In tal modo Dio fa che l’anima sia Lui per trasformazione, che anch’ella è il gaudio di tutti i beati. E siccome ciascuno di loro partecipa così di Dio e gode così di Lui, risulta che, essendo Dio tutto in tutti, c’è solo un grido nel Cielo: gioire in Dio, nel fatto che Egli si sia tanto felice in se stesso, e nel fatto che Egli sia tanto felice nel rendere felici tutti i beati.

14 06, 2023

VIVERE

Membro vivo della Chiesa, se vuoi riempirti di vita e comunicarla, se hai nelle tue viscere se­te di anime da farti andare alle missioni, se vuoi arrivare dovunque, se hai bisogno di non trovare limiti, se vuoi vivere la vita di Dio, del Verbo In­carnato, di Maria e della Chiesa, esercita il tuo sacerdozio “tra il vestibolo e l’altare”, soddisfa­cendo in te, e tramite te nelle anime a te affidate, quelle esigenze di vita che l’Amore, al crearci, ha impresso in noi.

2 06, 2023

CHI COME DIO?!

Oh...?! Quant’è felice Dio, che, in se stesso, possiede la pienezza infinita ed eterna di gioia che è tutto il suo Essere...! Tutto Dio è un pelago senza rive e senza fine di felicità. Ed in se stesso Egli è eternamente sazio in quella immensità felicissima del suo Essere, che non gli lascia posto per desiderare nulla, per perfezione della sua stessa infinità, la quale sazia infinitamente l’eterna Trinità nella sua Unità simultanea.

26 03, 2023

Il Solo

«II Solo...». Solitudine che noi non potremo mai penetrare nella tua capacità come infinita... O Gesù, riflesso di questa solitudine terribile sono stati i momenti sanguinanti della tua passione dolorosa, nei quali tutta la tua umanità manifestava l’abbandono della tua anima, non solamente nella tua dolorosa tragedia interna, ma pure nella tua via crucis solitaria di abbandono umano...

17 03, 2023

DIO MIO, DIO MIO, PERCHÉ MI HAI ABBANDONATO…?

Che lotta –senza lotta–, quella che si stabilì tra la Santità del Padre offesa, che non poteva accettare il peccato, e la stessa Santità che, nel suo Unigenito, rivolta verso il Padre, lo implorava, in uno strazio supremo di infinita e cruenta immolazione: «Abbracciami con tutta l’umanità, o mi rifiuti con tutta essa».

21 02, 2023

TUTTA LA VITA DI CRISTO È UN MISTERO DI SCONFORTO

«L’anima incompresa non può essere consolata. La tua anima, o Cristo mio, mistero e filigrana del divino Amore, perché è l’anima del Verbo, ha una capacità incomprensibile per noi di amore e di dolore, che sulla terra non si è mai potuta né si potrà mai abbracciare. E siccome l’anima è consolata nella misura in cui è compresa, quella parte dell’anima di Cristo che rimane senza essere compresa resta senza ricevere consolazione; e, eccedendo la sua capacità quasi infinitamente quella nostra, quella parte misteriosa, profonda e trascendente, alla quale mai potremo arrivare, rimane senza essere consolata, e per questo: “Cercai chi mi consolasse e non lo trovai”.»

Go to Top