«…per sempre nella mia Casa» Maggiori informazioni «…per sempre nella mia Casa» Maggiori informazioni

La Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia,
Fondatrice e Presidente de L’Opera della Chiesa
è deceduta a Roma

Informazione aggiornata: loperadellachiesa.info

Chi è la Madre Trinidad?

La Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia è la fondatrice e la presidente de L’Opera della Chiesa.

Consacrata a Dio fin dalla sua gioventù, nei suoi lunghi momenti di preghiera silenziosa, fu introdotta dallo stesso Dio nella sua vita intima, dove visse in sapienza e amore profondi tutti i misteri della Fede. In questo modo Dio la rese sua testimone, dandole la speciale missione di cantare la bellezza e la grandezza della Chiesa, aiutandola così a presentarsi allo sguardo di tutti così come è.

Attualmente, la Madre Trinidad vive a Roma, acconto alla Sede di Pietro, dove porta avanti la sua missione di aiutare il Papa e i Vescovi attraverso tutto quello che Dio ha depositato nella sua anima, e attraverso l’offerta della sua vita e della sua croce.

Ulteriori informazioni >

«Va’ e dillo…!questo è per tutti!»

Cos’è L’Opera della Chiesa?

L’Opera della Chiesa è un’Istituzione di diritto pontificio, fondata dalla Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia.

È formata da tre Rami di vita consacrata: sacerdotale, laicale maschile e femminile, che ne formano il corpo centrale; e anche da altri gruppi che comprendono tutti gli stati e le vocazioni presenti nella Chiesa: coppie di coniugi, celibi e nubili, consacrati a Dio privatamente, giovani e bambini. Tutti con la stessa missione di vivere profondamente il proprio essere Chiesa, attraverso una vita semplice, sempre accanto al Papa e ai Vescovi, per aiutarli, con la vita e la parola, a fare l’opera che Cristo affidò loro.

Tramite i centri apostolici e il lavoro nelle parrocchie a loro affidate, i membri de L’Opera della Chiesa cercano di portare a tutti la conoscenza viva e assaporabile di Dio e dei suoi misteri, cercando di manifestare, con la propria vita e la propria parola, la luce che il Signore depositò nell’anima della Madre Trinidad per aiutare la Chiesa.

Ulteriori informazioni >

Teologia viva per tutti

«È necessario porre la teologia alla portata di tutti i figli di Dio, dandola loro riscaldata nell’amore, affinché vivano in intimità con la Famiglia Divina.»

Ultime pubblicazioni

1309, 2021

“NON TOCCATE I MIEI UNTI, NON FATE DEL MALE AI MIEI PROFETI!”

virgen

Veneriamo e rispettiamo il sacerdote di Cristo, l’unto con unzione divina, e vediamo in lui il padre spirituale che ci dà l’alimento divino con cui noi riempiendo le nostre anime alle fonti dei sacramenti, che egli solo ha la potestà di amministrare, diventiamo figli di Dio ed eredi della sua gloria.

1109, 2021

PENNELLATE SULLA FIGURA SPIRITUALE E UMANA DI MADRE TRINIDAD DE LA SANTA MADRE IGLESIA

virgen

Il 28 luglio 2021 una voce si è spenta nella Chiesa. Ha smesso di risuonare una canzone soggiogante di Chiesa viva e palpitante. E la nostalgia di un «addio» opprime i cuori di quanti hanno conosciuto e hanno avuto contatto con Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia.

Ma è anche vero, secondo i piani insondabili del Signore che arde in zelo per la gloria della sua Amata, la Chiesa, che l’eco di quella canzone continuerà ad essere ascoltata, più potente che mai, in tutta la Chiesa attraverso i numerosi scritti, i video, i discorsi e la stessa vita di Madre Trinidad; e anche per mezzo della discendenza che il Signore un giorno le aveva chiesto: «Dammi discendenza che faccia lo stesso, per tenerti sempre davanti a Me».

1408, 2021

SI È ADDORMENTATA LA SIGNORA IN ASSUNZIONE TRIONFANTE E GLORIOSA ALL’ETERNITÀ

virgen

Silenzio…! Silenzio...!

Silenzio…!, ché la Signora sente che tutta la sua anima si accende soavemente e pacificamente nel calore saporoso, misterioso e infinitamente inalterabile del Bacio divino dell’Immutabilità per essenza in un atto trinitario...

E quasi senza percepirlo…, senza rendersene conto…, senza notare nulla…, la Signora si trova, in un batter d’occhi dilettevole…, soave e silenzioso…, davanti a quel Dio che Lei aveva contemplato e posseduto durante tutta la sua vita; ma adesso, realizzato il grado di divinizzazione determinato dallo stesso Dio, è carpita e introdotta nella camera nuziale, per avere nella Patria quello che aveva nell’esilio, ma in possesso pieno, gaudioso e assoluto di Eternità.

Go to Top